MARCHIO KYEM completo originale.png

Accordarsi nello Yoga...

pratichiamo in sincronia.

In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
 la luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l’hanno vinta.

(Giovanni 1,4-5)

ISTRUZIONI PER L'USO:

 

Benvenuto/a,

A seguire ti aspetta la proposta di oggi, che vi invitiamo a fare nel rispetto della sincronia di orario, per avvalorare la risonanza, la condivisione.

La proposta si sviluppa in due momenti: 

  • lettura del testo

  • meditazione seguendo la traccia audio 

Inizia a leggere la traccia scritta seguendo le indicazioni al fine di prepararti fisicamente, mentalmente e spiritualmente a quello che stai per fare.

Ricordati che è sempre molto importante che tu ti sia dedicato del tempo e dello spazio adatto per poter fare quello che proponiamo senza fretta.

Al termine della meditazione mettiamo a disposizione anche tre diverse traccie audio per guidare attraverso la sequenza di ashtanga yoga coloro che vogliono praticare. Lasceremo sempre a disposizione le traccie così che possiate praticare quando preferite.

Sabato 25 dicembre ore 18 Natale          Scelta

Prepara lo spazio della pratica con cura ed attenzione, assicurandoti che sia intimo, silenzioso. E' importante che questo sia un momento dedicato a te.

Stendi con cura il tappetino ed utilizza un cuscino, una coperta ripiegata o uno zafu per la meditazione se ti fa piacere o sei solito utilizzarli durante i tuoi momenti di ascolto. Questo ti aiuterà a mantenere una posizione più confortevole e più a lungo.

Tieni il supporto virtuale che hai scelto per seguire la pratica (pc o telefono) vicino a te ma non lasciarti disturbare.

Prepara una ciotola con l'acqua e mettila davanti a te. Di fronte poni una candela accesa.

Siediti a terra portando i glutei sul cuscino o direttamente sul tappetino, sentendo l'appoggio sugli ischi.

Incrocia le gambe trovando una posizione a te confortevole.

Ascolta il peso del corpo, bilancia l'inclinazione della colonna vertebrale fino a sentirti in allungamento verso l'alto ma senza sforzo.

Respira.

Accogli i suoni che arrivano dall'esterno provando ad integrali al tuo ascolto. Affina sempre più il tuo ascolto, integrando i suoni lontani e quelli vicini, fino ad ascoltare solo il suono del respiro e del ritmo cardiaco.

Guarda la candela, osservane i contorni, il movimento, la luce.

 

La scelta:

Oggi è tempo della scelta.

Lo Yoga ti porta nel tempo presente, l'unico posto dove esiste la Vita.

Nel presente respiriamo, nel presente beviamo, nel presente mangiamo, nel presente troviamo riposo, nel presente ci amiamo. E' solo il presente il tempo della Vita e qui ti accompagna lo Yoga. La Gioa che si incontra nel riconoscere l'Unione tra il sè individuale e il sè universale, tra l'uomo e Dio, tra la creatura ed il Creatore, è lo stato spirituale, mentale e corporeo preferito del tempo presente.

Oggi è tempo della scelta.

Il mondo, ti porta continuamente ad essere sospeso nel non-presente. Come burattini appesi a dei fili, sostenuti da mani che non conoscono l'amore, oscilliamo tra il passato ed il futuro. Rimaniamo in balia di quello che è stato o sarebbe potuto essere e di quello che sarà o potrebbe essere. E' l'incertezza tra passato e futuro l'ingranaggio che muove l'orologio del mondo: la sospensione è la lancetta delle ore, lente. La preoccupazione è la lancetta dei minuti, senza ritmo. La paura è la lancetta dei secondi, incalzante. La paura e la rabbia che si incontrano nella separazione tra il sè individuale e il sè universale, tra l'uomo e Dio, tra la creatura e il Creatore, tra le creature e la natura, sono lo stato spirituale, mentale e corporeo preferito del tempo del mondo, passato e futuro.

Oggi è tempo della scelta.

Quindi, dove esiste il tempo presente?

Dove esiste il tempo del mondo?

Immagina di essere in montagna.

La giornata è bella, fredda e pungente. Una di quelle giornate dove i raggi del sole ti baciano il volto, il respiro è calmo e mentre cammini ti senti avvolto da grande bellezza. I colori sgargianti dell'autunno hanno lasciato il posto allo spettacolo tenue e silenzioso dell'inverno; le piante sempreverdi mantengono la loro chioma  ed un sottile strato di neve ne ammorbidisce il manto. In lontananza le cime sono completamente innevate. Scorre il ruscello accanto a te, scorre e suona, scorre e vibra, scorre e canta. Ti senti parte del tutto che ti circonda.

Questo è il tempo presente, il tempo della Vita.

All'improvviso, si sentono dei tuoni, arrivano nuvole nere, ed il temporale è ormai prossimo a venire.

Inizia a piovere, con forza, mentre tu sei ormai distante dal rifugio.

Anche questo è il tempo presente, il tempo della vita, nelle sue innumerevoli sfumature.

Ti assalgono le preoccupazioni, i pensieri di paura e sconforto. Maledici te stesso e la vita per esserti messo in cammino senza valutare bene la condizioni del meteo e senza attrazzatura idonea ad affrontare qualunque condizione climatica. Pensi a cosa avresti potuto fare; sei spaventato per quello che potrebbe succedere.

Questo è il tempo della sospensione, del giudicare se stessi e gli altri e maledire la vita: questo è il tempo del mondo.

Oggi è tempo della scelta.

Immagina di essere dentro una narrazione che vuole le persone impegnate nel dividersi, nel combattere, nell'essere nello stato spirituale, mentale e corporeo della paura. Una narrazione serrata, una tessitura a maglie strette, il cui ordito è rappresentato dalla diffidenza e la trama dall'ipocrisia. Le giornate si rincorrono come anelli di una catena ben saldata al chiavistello del tempo del mondo. Sospensione e sospetto, allerta  e odio, distanza e vana speranza, le sei chiavi che chiudono a doppia mandata il chiavistello.

La divisione diventa il pane quotidiano.

Questo è il tempo del mondo, il tempo dell'inganno. Il tempo sospeso tra passato e futuro, il tempo della condanna.

Oggi è il tempo della scelta.

Quando arriva il temporale, che inevitabilmente può arrivare, anzichè maledire la vita e te stesso, anzichè distribuire colpe ed inchiodare il tuo pensiero alla croce del tempo del mondo, ti fermi un istante. Un lungo istante. Respiri e senti la pioggia cadere sui capelli, sul volto. Le nuvole sono basse ed il paesaggio intorno è stato inghiottito dalla bruma, ma tutto sommato il sentiero è ancora visibile, ed il tuo passo saldo. Riconosci ed accetti che è stato un errore non esserti preparato con metodo e con la giusta attrezzatura per affrontare la camminata, ma non disperi; ci sei, sei vivo! Allora inizi a camminare, con presenza, portando attenzione ad ogni passo lungo il sentiero. La pioggia si fa sempre più fitta, ma tu vai avanti, solo avanti: respiri e cammini. Il rumore a tratti assordante del temporale non ti spaventa più. Ascolti il tuo respiro, il battito del cuore, il suono dei passi, il mormorio della natura.

Questo è il tempo della Vita, il tempo presente.

Questa è la fiducia che muove dal di dentro, con una potenza che non possiamo neppure immaginare, il passo spirituale di coloro che scelgono di non voler più accogliere dentro di sè il veleno del tempo del mondo e che scelgono di non ascoltare più qualsivoglia narrazione che divide.

Lo Yoga ti porta nel tempo presente, l'unico luogo dove esiste la Vita. Lo yoga ti insegna a respirare e a vedere con gli occhi del cuore. Lo yoga ti parla dal di dentro e ti offre un'opportunità nuova per riconoscere quale sia oggi la strada che ti accompagna lungo il sentiero del tempo presente ma, ti offre anche la possibilità di riconoscere quale sia oggi la strada che ti tiene dentro il sentiero del tempo del mondo.

Lo Yoga ti offre oggi l'intelligenza di scegliere tra le due strade. La strada del presente e quella del tempo del mondo; tra il reale e l'irreale; tra il dono e la privazione; tra l'unione e la separazione.

Oggi è tempo della scelta e da questa scelta dipende la direzione e la destinazione che stiamo per prendere, come individui e come abitanti di una più vasta dimensione.

E' il tempo della scelta, tra ogni narrazione che divide ed invita alla separazione e alla durezza dei cuori e la camminata in montagna dove potrai incontrare sia il sole che la tempesta.

Quello che è certo, anche se scegli la camminata in montagna, con il sole della coerenza che ti bacia il volto, il vento del libero arbitrio che ti entra nei polmoni, con il ruscello della fiducia che ti scorre nelle vene, incontrerai la tempesta. Ad un certo punto, se non l'hai già incontrata, arriverà. Forte, molto forte. Perchè il tempo del mondo, sospeso tra il passato ed il futuro, ingrassato nell'inganno, non accetta coloro che scelgono di stare nel presente, nel tempo della Vita.

Quello che è certo, se scegli la camminata in montagna, la tempesta arriverà, ed allora farà veramente la differenza esserti preparato bene, avere acquisito metodo efficace e strumenti funzionanti per affrontarla. Sarà fondamentale accogliere la tempesta senza perdere nemmeno un istante nel rimanere distratto nei pensieri legati al passato o al futuro. A quel punto sarà vitale l'appoggio di ogni passo, il peso specifico della risolutezza, la direzione dello sguardo. A quel punto, in quel preciso momento farà la differenza aver costruito la casa sulla sabbia o averlo fatto sulla roccia.

Quando lo Yoga diventa uno strumento al servizio del tempo presente, al servizio della scelta di essere nella Gioia, lo yoga si fa dono e realizza il suo compito. Ed in quanto dono può dare moltissimo, nella dimensione spirituale, mentle e corporea.

Quando lo yoga diventa teatro di competizione, esaltazione dell'aspetto esteriore dimenticando il rispetto del corpo, motivo di frustrazione, divisione, dogmatismo, adesione ad un sistema di pensiero umano, diventa uno strumento al servizio del tempo del mondo, sospeso tra ciò che era e ciò che sarà, lo yoga si fa privazione e non realizza il suo compito.

Oggi è tempo della scelta, tra ciò che è e ciò che appare; tra ciò che avvantaggia la Vita e ciò che avvantaggia la morte; tra la verità che batte nel cuore del tempo presente e ciò che affonda nella melma della non verità del tempo del mondo.

Oggi è tempo di scegliere con molta cura verso quale direzione indirizzare la propria vita, di scegliere con molta cura quali semi mettere a dimora e nutrire nel giardino del proprio spazio interiore.

Oggi è tempo della scelta, ed è il tempo di essere pronti ad accogliere le conseguenze di questa scelta.

Perchè i semi del tempo presente, del tempo della Vita, germoglieranno e porteranno i loro fiori e frutti, con coerenza.

Perchè i semi del tempo sospeso tra passato e futuro, del tempo del mondo, anche questi germoglieranno e porteranno i loro fiori e frutti, con un altro tipo di coerenza.

Oggi abbiamo tutti un 'opportunità meravigliosa ed unica: contribuire alla nascita e al rinnovamento di un'umanità nuova che respira solo il vento del tempo presente.

Il tempo della Vita.

Adesso è l'istante della scelta.

MEDITAZIONE

 

La traccia audio MEDITAZIONE ti porta attraverso un percorso di ascolto. Ascolto del respiro, ascolto delle tue sensazioni. Ascolto del movimento dei tuoi pensieri. Ascolto dei tuoi desideri e scelte.

Sentiti sereno ed indipendente. 

La meditazione è un percorso intimo che ognuno può fare solo per se stesso. Le tecniche sono solo espedienti, strumenti per aiutarti ad intraprendere questo percorso. Ma  è assai difficile guidare una meditazione in modo efficacie e lo è ancora di più con l'utilizzo del virtuale. Rimani vicino a te stesso e fai il tuo percorso. Con serenità, dolcezza  e calma.

IMPORTANTE:

Scegli con cura il posto dove stai per fare la pratica di ascolto, assicurati che sia silenzioso e protetto. Siediti scegliendo una posizione stabile e confortevole.

Quando riapri gli occhi, torna a guardare la fiamma della candela davanti a te. Osservane il movimento, i contorni.

Riprendi adagio sintonia con il corpo e muovi dolcemente le articolazioni principali; collo, spalle, polsi, bacino, anche, ginocchia, caviglie.

Porta le mani nella ciotola di acqua fresca che hai posto davanti a te e rinfrescati il volto, gli occhi.

Con Gratitudine!

ASHTANGA YOGA

Se vuoi, adesso o in un altro momento, inizia a praticare seguendo le indicazioni che seguono.

Qui spetta a te la scelta:

  • Se hai una tua pratica personale consolidata, non seguire una traccia ma pratica il MYSORE

  • Se sei un praticante esperto scegli la traccia: PRIMA SERIE COMPLETA.

  • Se sei un praticante intermedio segui la traccia: PRATICA GUIDATA

  • Se sei principiante o comuque senti il bisogno di fare una pratica con meno posizioni scegli la traccia: ASHTANGA YOGA PRINCIPIANTI

Viste le caratteristiche dell'ashtanga yoga e l'intensità e la dinamicità della pratica, è fondamentale che tu legga quanto segue:

 

IMPORTANTE!

La proposta di pratica ASHTANGA YOGA è pensata per praticanti di ashtanga Yoga con già un minimo di  esperienza pregressa, nel rispetto del loro attuale livello (esperto, intermedio, principiante). Se decidi di seguirla fallo con totale serenità e soprattutto se non sei già praticante di ashtanga e/o non hai una pratica già consolidata, non scappare se le indicazioni ti sembrano fuori dalla tua attuale portata e comprensione. Rimani finchè riesci e poi adagio datti il tempo per rilassarti, respirare ed uscire con calma dalla pratica.

Per semplificare ricordati di stampare la scheda con le posizioni dell'ashtanga e di stampare o visionare prima di iniziare a praticare la scheda con il nome delle posizioni che compongono la traccia audio (solo per i praticanti principianti, pagina ASHTANGA YOGA PRINCIPIANTI)

  • Se sei principiante scegli la traccia audio ASHTANGA YOGA PRINCIPIANTI (clicca qui)  

  • Se sei un praticante intermedio scegli la traccia audio PRATICA GUIDATA (clicca qui)

  • Se sei un praticante esperto scegli la traccia audio PRIMA SERIE COMPLETA (clicca qui)

 

Buona pratica!

Con Gioia e Gratitudine

Tommaso per Kyem

Meditazione
00:00 / 42:51

Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli.

(Matteo 11,25)