Pratica Guidata

Ognuna delle tre serie dell'ashtanga yoga (Yoga Chikitsa, Nadi Shodhana, Sthira Bhaga) consiste in una sequenza ben precisa di posizioni.

Inizialmente queste sequenza viene "guidata" dall'insegnante che "dirige", come un direttore d'orchestra, il percorso degli studenti attraverso la sequenza, di posizione in posizione.

Il ritmo con il quale si guida la lezione dovrebbe essere fluido e preciso, nel rispetto di due fattori principali:

  • il conteggio tradizionale

  • le possibilità del singolo studente e del gruppo.

Riuscire a trovare il giusto ritmo che soddisfi entrambi i fattori è una delle abilità che l'insegnante deve imparare a sviluppare, sapendo e riconoscendo con umiltà sin dalla partenza che potrebbe allontanarsi dal primo per stare vicino al secondo e viceversa.

Il conteggio che ci è stato lasciato dai padri fondatori dell'Ashtnaga Yoga è molto preciso e ben cadenzato, tradizionalmente pronunciato in sanscrito, con lo scopo di mantenere salda l'attenzione e non creare distrazioni.

La sincronia tra il respiro ed il movimento, i Vinyasa, come abbiamo già scritto, è il cuore stesso di questo ritmo.

Per guidare una lezione è fondamentale conoscere molto bene la serie in tutte le sue sfumature, osservare con attenzione i praticanti, ascoltare il loro respiro, utilizzare la voce con un timbro stabile e calmo imparando a pronunciare le giuste parole.

Per guidare una lezione è molto molto importante crescere in competenze ed  umiltà.

KYEM ASD - CF 94141450547     © SEMI 2019